PAESAGGIO ED ENERGIA. NASCE NUOVO SERVIZIO

ARTICLE TOP AD

Si chiama Ape.

L’acronimo sta a indicare ambiente, paesaggio, energia, il nuovo servizio dell’Ufficio tecnico comunale.

Ad entrare nel merito è stato il responsabile, Pietro Pileci che, gratificato da questo ruolo, ha spiegato com’è strutturato.

“È stato costituito recentemente su input del sindaco, in base ad alcuni suggerimenti forniti dalla parte tecnica e sulla condivisione della necessità di mettere al centro le situazioni ambientali, paesaggistiche ed energetiche, cercando di trattarle con l’obiettivo di raggiungere dei risultati.

Michele Affidato Orafo

Sappiamo qual è il problema sul servizio rifiuti, sull’energia e quali sono le risorse legate alla città, come ad esempio il giardino botanico, che offrono possibilità, ma che tardano ad essere gestite”.

Sul tema rifiuti l’ente sta lavorando per attivare la differenziata,  recentemente è stata attivata un’azione che dovrebbe portare ad una rimodulazione ed è stata introdotta la figura prevista dalla norma che è il Dec (direttore esecuzione contratto).

Si è attivata  una prima fase, che si spera porti all’esito finale della raccolta differenziata su cui il Comune punta. Per quanto riguarda l’efficientamento energetico, altro tema importante, finora il fotovoltaico è stato installato su Comune, teatro e palazzetto. Questione anche questa iniziata con il primo mandato di Ernesto Alecci.

“Stiamo effettuando una ricognizione su tutte le utenze in capo al Comune. La prima fase è quella di sapere quali sono i contatori a noi intestati, denominati Pod.

Da qui è emerso che alcuni non sono utilizzati dall’ente, in tal caso si interviene, a volte con una voltura e chi ne usufruisce continua ad utilizzare l’immobile, ma l’utenza elettrica non grava sul Comune”.

Tante anche le potenzialità paesaggistiche collegate, come ad esempio la valle del Beltrame, il parco urbano “Corvo”, il giardino botanico. Si punta su potenziamento e riqualificazione anche con innovazioni.

Le idee sono tante e tra queste una manutenzione più accurata. Ape è un acronimo che racchiude la sintesi di questi tre temi fondamentali. “All’interno del Comune stesso- ha concluso Pileci – c’è la voglia di proporre progetti per migliorare l’efficienza dell’ ente.

Il mio intento è ottenere risultati, alcuni si sono già avuti. Stiamo lavorando su tutto per “zummare” e avere la possibilità di attivare varie azioni e affrontare le varie situazioni”.

Antonella Rubino, Gazzetta del Sud,  18/02/2016

ARTICLE BOTTOM AD