Oggi in Calabria i poliziotti del Coisp in servizio solo in biancheria intima

ARTICLE TOP AD

Questa mattina tutto il personale di Polizia che aderisce al Coisp ha iniziato il proprio turno di servizio in Calabria indossando solo la biancheria intima.

E’ un segnale chiaro ed inequivocabile rispetto alla necessità di dotare ognuno di noi delle divise e delle attrezzature che ormai da tempo sollecitiamo”. Lo ha reso noto il Segretario Generale Regionale del Coisp Calabria – il Sindacato Indipendente di Polizia, Giuseppe Brugnano, annunciando la dura protesta attuata dagli iscritti all’organizzazione sindacale nei vari presidi di Polizia della regione. 

 

“Da troppo tempo – ha aggiunto Brugnano – ci sentiamo denudati da uno Stato che sembra non volere ascoltare le nostre proteste. Ci sentiamo soli e abbandonati davanti ad una criminalità organizzata sempre più potente e tecnicamente all’avanguardia. Siamo nudi davanti ad una politica che non offre risposte. Per questo, abbiamo deciso di iniziare il nostro servizio senza la divisa, con indosso solo la biancheria intima. Ci auguriamo che questa forte e plateale protesta – ha proseguito Brugnano – possa scatenare una reazione in quanti avrebbero dovuto ascoltare prima le nostre richieste”.

Michele Affidato Orafo

 

Il Coisp Calabria ha, infatti, ricordato che “troppe volte i poliziotti sono rimasti senza divise per forniture in ritardo o per pochi spiccioli concessi per l’acquisto dell’abbigliamento “in borghese”; troppe volte siamo rimasti a piedi con auto di servizio vetuste e obsolete; troppe volte abbiamo ricevuto silenzi davanti alle richieste di tecnologie e attrezzature adeguate. Così questa volta – ha concluso Brugnano – abbiamo rappresentato queste condizioni in maniera pratica, rimanendo nudi davanti ai tanti ritardi con cui dobbiamo fare i conti. Perché nonostante tutto questo, il poliziotto rimane tale anche indossando semplicemente uno slip”.

 

ARTICLE BOTTOM AD