Intimidazione a sottufficiale arma

ARTICLE TOP AD

In una nota Legambiente Calabria esprime “solidarietà al maresciallo Massimo Salerno, comandante della Stazione Parco Sila dei Carabinieri Forestale di Cotronei, per il vile atto intimidatorio subito”.

Ignoti hanno tagliato 25 alberi e su ogni tronco hanno scritto delle minacce di morte contro il sottufficiale. “È con rabbia e sdegno – è detto nel comunicato dell’associazione ambientalista – che ci rivolgiamo agli autori di tale gesto assicurando al maresciallo il sostegno nelle attività di vigilanza e repressione in materia di tagli boschivi abusivi.

Oltre alle minacce di morte, si è compiuto anche un grave scempio ambientale che ci auguriamo venga condannato. Fiduciosi che Forze dell’ordine e Magistratura facciano al più presto luce su quanto accaduto, siamo certi che il maresciallo Salerno continuerà con determinazione il suo impegno in favore del suo territorio contro ogni logica criminale, violenta e parassita”.

[ad_2]

ARTICLE BOTTOM AD