IL PROF. SABATINI A SOVERATO TRA SEMINARIO E PASSEGGIATA NELLA STORIA

ARTICLE TOP AD

Incontro di Formazione dal titolo “Percorso visivo essenziale della frase semplice e complessa secondo il modello della grammatica valenziale” con il prof. Francesco Sabatini tenutosi il 3 Marzo scorso presso l’Istituto “Malafarina”.

da sx: pisano, sabatini, amoruso, servello, moniaci

Non solo un incontro di lavoro per il Presidente Onorario dell’Accademia della Crusca, ma anche l’occasione per ammirare le bellezze naturalistiche e paesaggistiche di Soverato. E’ rimasto in particolare incantato dal lungomare, dove si è recato in compagnia del consigliere comunale Emanuele Amoruso, del dirigente scolastico Domenico Servello, della professoressa Savina Moniaci e del professore Giuseppe Pisano (foto). Ha confessato di essersi recato nelle vicinanze, in passato, ma di non conoscere la cittadina ionica.

Oltre ad apprezzare le bellezze del paesaggio il professor Sabatini ha avuto modo di confrontarsi con il professore Giuseppe Pisano, esperto di storia locale che insegna al Corso Serale dell’ITT Malafarina, apprendendo nozioni storiche sul territorio che lo hanno ancor di più appassionato.

In particolare il linguista di origini abruzzesi è rimasto colpito da una ipotesi molto suggestiva, raccontatagli dal prof. Pisano, che meriterebbe ulteriori approfondimenti.

Michele Affidato Orafo
Lo studioso soveratese ha raccontato che alcuni studiosi affermano che i Romani, al tempo delle guerre puniche, dopo avere sconfitto i cartaginesi a Crotone nel 202 a.C. deportarono gli abitanti delle città bruzie loro alleate nel territorio dell’odierno Abruzzo. Infatti il nome “Abruzzo” deriverebbe proprio da quei deportati “A Bruttio venio” (vengo dal Bruzio).
I due hanno dialogato inoltre sulla presenza di numerosi Santi calabresi fortemente venerati in alcuni paesi della regione abruzzese come San Falco, Sant’Orante e San Franco che sono patroni rispettivamente di Palena, Ortucchio e Francavilla a Mare.
r.u.
ARTICLE BOTTOM AD