BADOLATO, GRANDE INTERESSE DA PARTE DEGLI STUDENTI PER ‘SPARTACU STRIT VIU’

ARTICLE TOP AD

Il  progetto artistico/teatrale “Spartacu Strit Viù”, messo in scena dal giovane artista calabrese Francesco Gallelli e prodotto dall’Associazione Culturale “Compagnia Teatro del Carro”, all’interno della Residenza Teatrale “MigraMenti Off”, operante su Badolato, è stato appoggiato e sostenuto dall’Amministrazione Comunale, Sindaco Gerardo Mannello , dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Lucia Scuteri e  dall’ Associazione “Basta Vittime Sulla SS.106”, associazione da anni impegnata non solo sulla battaglia di civiltà che riguarda la messa in sicurezza e l’ammodernamento della Strada Statale 106 (meglio nota come “strada della morte”), ma anche su campagne regionali di educazione e sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.

LA DIRIGENTE SCOLASTICA Prof.ssa Lucia Scuteri : “presso il TEATRO di BADOLATO, nel giorno 15 DICEMBRE 2017, ore 09.30, gli studenti della scuola secondaria di primo grado hanno partecipato con grande interesse allo spettacolo” SPARTACU STRIT VIU”,  a cui ‘ seguito  il dibattito coordinato dagli attori e dal regista. La sera lo spettacolo è stato riproposto per tutta la cittadinanza.

L’educazione alla sicurezza stradale si pone l’obiettivo di contribuire all’implementazione dei principi democratici e di legalità sui quali deve fondarsi la convivenza civile e  concorre  allo sviluppo di conoscenze, abilità e attitudini alla “Cittadinanza  attiva”.

La Comunicazione della Commissione, del 20 luglio 2010, al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni – «Verso uno spazio europeo della sicurezza stradale: orientamenti 2011-2020 per la sicurezza stradale»  identifica  sette obiettivi strategici che gli stati nazionali devono fare propri e mettere in pratica nel corso del decennio. 
Tra questi, il primo è il “miglioramento dell’educazione stradale e della preparazione degli utenti della strada”. 

Michele Affidato Orafo

L’opera teatrale ha un taglio contemporaneo, un linguaggio diretto e fruibile a tutti, e ha una forza capace di coinvolgere i giovani, e farli riflettere sulle enormi problematiche e, soprattutto, sui pericoli che le strade che percorriamo ogni giorno ci presentano.

Allo spettacolo hanno partecipato anche  gli studenti del Liceo Scientifico di Soverato impegnati nel Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro “GUIDO IO”- Unione dei Comuni.”

 

ARTICLE BOTTOM AD