AVVISO PUBBLICO DEL DISTRETTO SOCIO-ASSISTENZIALE DI SOVERATO.

AVVISO PUBBLICO PER L’ACCREDITAMENTO DEI SOGGETTI EROGATORI DI SERVIZI DI CURA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DEL DISTRETTO SOCIO-ASSISTENZIALE DI SOVERATO

CITTA’ DI SOVERATO (Provincia di Catanzaro) Comune – Capofila Distretto Socio assistenziale n. 3 Amaroni – Argusto – Badolato – Cardinale – Cenadi – Centrache – Chiaravalle Centrale – Davoli – Gagliato – Gasperina – Girifalco – Guardavalle – Isca Sullo Jonio – Montauro – Montepaone – Olivadi – Palermiti – Petrizzi – San Sostene – San Vito Sullo Jonio – Santa Caterina Dello Jonio – Satriano – Soverato – Squillace – Stalettì – Torre di Ruggiero – Vallefiorita.

servizi sociali comune soverato
IL RESPONSABILE DELL’U.D.P.D.
individuato nel Regolamento per la costituzione e funzionamento dell’Ufficio di Piano, in esecuzione dei seguenti atti: – Delibera di Giunta Regionale n. 638 DEL 14/12/2018
Premesso:
 Che l’accreditamento e l’iscrizione nel relativo albo Distrettuale è indispensabile per poter offrire servizi acquistabili con titoli sociali (voucher) spendibili direttamente da parte delle famiglie. Tale iscrizione, inoltre, diventa requisito per l’accesso ai finanziamenti pubblici.
Visti:
 La legge 328/2000 art. 17 attraverso il quale i cittadini possono scegliere di acquistare prestazioni domiciliari socio-assistenziali erogate da gestori privati ed allo scopo accreditati;
 Legge Regionale – Regione Calabria 26 novembre 2003, n. 23 “Realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali nella Regione Calabria (in attuazione della legge n. 328/2000)”
 La delibera Regionale n. 505 del 30/12/2013 che approva il regolamento che disciplina i criteri per i sistemi di affidamento ai soggetti del terzo settore dei servizi di cura anziani non autosufficienti;
 La D.G. R. n. 311 del 11 settembre 2013 avente ad oggetto “Linee guida per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Individuazione Ambiti territoriali intercomunali per la pianificazione degli interventi”.
Preso atto:
 Del verbale della riunione in video conferenza dell’Ufficio di Piano del 13/11/2020

EMANA IL PRESENTE AVVISO PUBBLICO PER L’ACCREDITAMENTO DEI SOGGETTI
EROGATORI DI SERVIZI DI CURA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DEL
DISTRETTO SOCIO-ASSISTENZIALE DI SOVERATO (Comune di Soverato Capofila)

Michele Affidato Orafo

Art. 1 – Soggetti ammessi a presentare richiesta
Possono presentare istanza per il rilascio dell’accreditamento e conseguente iscrizione nel registro i soggetti individuati dalla Legge N. 23/2003 nonché quelli elencati dal DPCM del 30/03/2001 e precisamente:

 le organizzazioni di volontariato;
 le O.N.L.U.S.;
 le Associazioni e gli Enti di Promozione Sociale;
 le Società Cooperative Sociali e Organismi della Cooperazione;
 le Fondazioni;
 gli Enti di Patronato;
 gli altri soggetti giuridici non aventi finalità lucrative ed operanti nei settori di intervento previsti dalla legge N. 23/2003; che risultino iscritti ai rispettivi albi e registri, tenuti dalle pubbliche amministrazioni con valenza regionale o provinciale e che siano in possesso dei requisiti previsti al successivo art. 2. Le richieste devono essere presentate dall’Ente Gestore, attraverso il suo Legale Rappresentante, che risponde della corretta gestione del servizio e che deve attestare il possesso dei requisiti previsti.

Art. 2 – Requisiti
Il rappresentante legale del servizio che richiede l’accreditamento ed iscrizione nel registro dovrà attestare di possedere i requisiti sotto indicati:
1. Carta dei servizi, con l’indicazione di:
o mission (ragion d’essere dell’organizzazione e i valori cui si ispira) attinente alla specifica tipologia di attività da accreditare;
o principi del servizio, diritti e doveri degli utenti;
o obiettivi e loro articolazione nel tempo;
o servizi offerti e tipologia di prestazioni;
o modalità di erogazione dei servizi;
o ambiti territoriali nei quali svolge l’attività l’ente che richiede l’accreditamento;
o modalità di accesso;
o modalità di collaborazione con la committenza per l’elaborazione e l’attivazione dei progetti e/o prestazioni;
o modalità di raccordo nella gestione dell’utenza, nel mantenimento di contatti costanti con la
famiglia dell’utente, con i Servizi Sociali di riferimento, con la rete del territorio;
o modalità e tempi massimi di attivazione del servizio dalla richiesta;
o orari di apertura, riferimenti di sede e telefonici;
o standard di qualità, dimensioni e indicatori;
o condizioni per facilitare la valutazione da parte degli utenti e dei soggetti che rappresentano i loro diritti;
o sistema di valutazione adottato, del grado di soddisfazione dell’utenza e del personale in servizio, sistema di verifica e di controllo;
o sistema adottato per l’invio di segnalazioni e reclami.

2. Esperienza documentata e relativa alla gestione di servizi di cura domiciliare alle persone anziane e/o alle persone con disabilità ovvero relativa alla gestione di attività di assistenza e cura alle persone anziane e/o alle persone con disabilità e/o di attività socio – assistenziali e/o socio – sanitarie a favore di persone anziane e persone con disabilità;

3. Assenza delle cause di esclusione previste dalla normativa in vigore per gli appalti pubblici (art. 38, comma 1, del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163);

4. Capacità tecnica e professionale risultante da:o iscrizione nel registro della C.C.I.A.A. (o equivalente in base alla normativa comunitaria) per attività/oggetto sociale inerente al servizio da eseguire;
o iscrizione ad albi e registri, tenuti dalle pubbliche amministrazioni ed aventi valenza regionale o provinciale, tenuti ex lege a tale adempimento;

5. Assenza negli ultimi 24 mesi precedenti la domanda di accreditamento di interruzioni di servizi socio assistenziali in essere presso privati e/o Pubbliche Amministrazioni per inadempienze contrattuali a sé interamente imputabili;

6. Assenza, da parte del rappresentante legale dell’Organizzazione, di condanna definitiva per reati gravi in danno allo Stato o della comunità che incidono sulla moralità professionale;

7. Assenza, da parte del rappresentante legale dell’Organizzazione, di condanne penali per fatti imputabili all’esercizio di unità d’offerta del sistema sanitario, sociosanitario e sociale;
8. Assenza, da parte del legale rappresentante dell’Organizzazione, della applicazione della pena accessoria della interdizione da una professione o da un’arte e interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;

9. Assenza, da parte del legale rappresentante dell’Organizzazione, di procedimenti per
l’applicazione di una misura di prevenzione o di sicurezza e non avere in corso procedimenti per l’irrogazione delle stesse;

10. Assenza di cancellazione/radiazione dall’Albo dei soggetti accreditati per servizi di cui al
suddetto punto 4, a seguito di accertata carenza dei requisiti, non previamente comunicati dal soggetto accreditato o per inadempienze contrattuali;

11. non avere mai subito dichiarazioni di fallimento o consimile procedura concorsuale o procedure esecutive o sequestri o ipoteche giudiziarie e non avere in corso i relativi procedimenti;

12. non essere stato sottoposto a sanzioni tributarie di natura penale o amministrativa divenute definitive, né avere in corso procedimenti per l’irrogazione di esse;

13. essere in regola con la normativa in materia di salubrità e sicurezza sul lavoro e non essere mai stato destinatario di sanzioni penali o amministrative per violazione dei decreti legislativi 494 e 626 del 1994 nonché del D. Lgs del 9 aprile 2008 N. 81, e norme collegate, né avere in corso relative pendenze;

14. trovarsi in regola con la vigente legislazione in materia di assistenza e previdenza sociale e non essere mai stato sottoposto a sanzioni penali o amministrative per violazione di essa, né avere in corso i relativi procedimenti di irrogazione;

15. rispettare la legislazione comunitaria e nazionale in materia di libera concorrenza e non essere mai stato sottoposto a sanzioni penali o amministrative per violazione di essa, né avere in corso i relativi procedimenti di irrogazione;

16. osservare la vigente normativa in materia di tutela dell’ambiente e non essere mai stato sottoposto a sanzioni penali o amministrative per violazione di essa, né avere in corso i relativi procedimenti di irrogazione;

17. non essere incorso, nel biennio precedente, nella cancellazione dall’albo dei fornitori di beni, lavori o servizi tenuto da una pubblica amministrazione;

18. non versare in alcuna causa legalmente ostativa o di incompatibilità anche di fatto o di conflitto di interessi, che rende illegittimo o inopportuno, rispetto all’interessa pubblico, l’affidamento dei servizi e delle prestazioni;

19. possedere una struttura aziendale idonea sotto il profilo organizzativo, finanziario e tecnologico all’effettuazione dei servizi e delle prestazioni richieste;

20. non avere mai prodotto documentazioni o autocertificazioni false al fine di ottenere
l’aggiudicazione dei servizi e delle prestazioni;

21. essere in regola rispetto alla vigente normativa antimafia, ove applicabile;

22. avere visionato e dichiarare di accettare in ogni sua parte e senza riserva alcuna, il presente regolamento;

23. possesso di un’adeguata professionalità in materia di servizi di cura alle persone anziane e alle persone con disabilità, con disponibilità di figure professionali con preparazione specifica ed esperienza in materia di formazione, educazione e assistenza, come di seguito indicato:
o n. 1 coordinatore del servizio in possesso di idoneo titolo professionale o un dipendente in servizio, con esperienza acquisita, continuativa di almeno cinque anni nei servizi di cura domiciliare alle persone anziane e/o alle persone con disabilità. Al coordinatore è richiesta la reperibilità durante i giorni e le ore di apertura del servizio con i componenti del servizio S.A.D. E del Centro di Assistenza Domiciliare e l’intervento diretto a supporto dei propri operatori in caso di necessità;
o operatori socio-assistenziali O.S.A., operatori socio-sanitari O.S.S., assistenti familiari ed altre qualifiche professionali adeguate allo svolgimento di mansioni nei confronti di anziani non
autosufficienti;

24. Piano annuale della formazione e/o aggiornamento del coordinatore e degli addetti di almeno 20 ore, da stabilirsi annualmente, con comunicazione dell’inizio dei percorsi formativi al Comune capo distretto; nel caso in cui il Comune capo distretto organizzi formazione specifica sul servizio, le ore di formazione saranno considerate ai fini del monte ore minimo di formazione; ai fini della formazione sarà considerata la supervisione, purché debitamente certificata e dimostrata, anche con la tenuta di registro interno di partecipazione;

25. Possesso di una sede operativa con attività specifica nell’ambito delle cure domiciliari alle
persone anziane e/o alle persone con disabilità ovvero di assistenza e cura alle persone anziane e/o alle persone con disabilità e/o di attività socio-assistenziali e/o socio-sanitarie a favore di persone anziane o con disabilità;

26. Polizza assicurativa per i rischi di responsabilità civile verso terzi non inferiore a 5.000.000,00 €;

27. Rispetto degli Accordi di Legalità.
Sono comunque esclusi dalla partecipazione alle procedure di affidamento dei servizi sociali né
possono essere affidatari di subappalti e non possono stipulare i relativi contratti i soggetti che si trovano nelle condizioni stabilite dall’art. 38 del D.lgs. N° 163/2006.
Art. 3 – Elenco dei soggetti accreditati
I soggetti del terzo settore, che siano stati accreditati, verranno inseriti in apposito elenco, con decorrenza dalla data dell’atto di approvazione dello stesso e aggiornamento trimestrale.
L’accreditamento ha una validità annuale. Ai fini del rinnovo, entro il 30 novembre di ogni anno, gli enti già accreditati dovranno certificare il mantenimento dei requisiti, indicati nel presente Avviso. In mancanza, il medesimo accreditamento decade.

Art. 4 – Erogazione delle prestazioni
L’avvenuto accreditamento non comporta automaticamente la possibilità di erogare le prestazioni, bensì l’iscrizione nell’elenco dei soggetti accreditati fra i quali il cittadino avente diritto ai servizi potrà effettuare la scelta.
L’ente accreditato provvederà alla fatturazione delle prestazioni effettivamente erogate nei confronti del comune che provvederà alla verifica delle medesime.

Art. 5 – Modalità di presentazione delle richieste
I soggetti interessati possono presentare richiesta presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Soverato (Settore Politiche Sociali) con consegna a mano o spedita a mezzo raccomandata A/R. L’istanza dovrà essere presentata, a firma del legale rappresentante, utilizzando l’apposito modulo (all. A), corredata da tutti i documenti richiesti. Il modulo per la presentazione della domanda è scaricabile dal sito istituzionale del Comune Capofila Soverato. I soggetti in possesso dei requisiti richiesti possono presentare domanda di accreditamento entro il 30 novembre 2020 al Comune Capofila Soverato.

Art. 6 – Controllo

Ai sensi di quanto previsto all’art.71 del D.P.R. n°445/2000, laddove sussistano dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive prodotte, si evidenzia che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulle stesse, fatta salva anche la possibilità di provvedere a controlli a campione. In caso di dichiarazioni mendaci, esibizione di atti contenenti dati non rispondenti a verità, si richiama quanto previsto dall’art.76 del D.P.R. N n°445/2000.
Ferma restando la responsabilità penale in caso di dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi, qualora dal controllo effettuato dall’Amministrazione emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

Art. 7 Esclusioni
Saranno escluse le istanze incomplete o prive degli allegati richiesti.

Articolo 8 – Tutela della privacy
I dati di cui il Comune di Soverato entrerà in possesso a seguito del presente avviso saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni dettate dal D. Lgs. N 196/2003 e comunque utilizzate esclusivamente per le finalità del presente avviso. Il titolare del trattamento è il Comune di Soverato. Informazioni e chiarimenti sui contenuti del presente avviso possono essere richiesti al Settore Politiche Sociali del Comune di Soverato, sito in Piazza Maria Ausiliatrice, 8 tel. 0967/538308

Costituiscono allegati al presente avviso:
o Domanda di accreditamento per soggetti erogatori del servizio di assistenza domiciliare alle
persone anziane non autosufficienti (allegato A);
o Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante il possesso dei requisiti di cui all’art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii. (allegato B).

AVVISO PUBBLICO PDF